Contenido principal del artículo

Rosa M. Giusto
Università degli Studi di Firenze
Italia
Núm. 37 (2016), Artículos, Páginas 89-102
DOI: https://doi.org/10.24310/BoLArte.2016.v0i37.3272
Derechos de autor

Resumen

La scala aperta nella residenza tardobarocca in Campania rappresenta uno dei temi che hanno maggiormente inciso sulla progettazione degli spazi privati tra Seicento e Settecento. Il saggio indaga le relazioni intercorrenti tra il sistema delle scale aperte adottate in ambiente napoletano ed esempi significativi realizzati a Episcopio di Sarno (Sa) influenzati da un analogo processo di ‘metamorfosi’ della residenza privata, oltre che dall’attività di maestri quali Ferdinando Sanfelice, Domenico Antonio Vaccaro, Angelo e Francesco Solimene. Il quadro che si delinea è di grande interesse per una più estesa indagine conoscitiva del territorio campano dove emergono edifici tardobarocchi inediti nei quali il sistema delle scale aperte e le sue connessioni col cortile e col giardino retrostante sono impiegati come elementi di articolazione spaziale e distributiva degli ambienti, come spazi funzionali destinati agli usi padronali del palazzo, ...

Descargas

La descarga de datos todavía no está disponible.

Detalles del artículo